fbpx

SCIC | Sistema Swing

SCIC | Sistema Swing

SCIC | Sistema Swing 2560 1407 SCIC Italia

Il nuovo design Swing esplora il concetto di mobile pur essendo sistema e pone un’elevata attenzione sui dettagli, mettendo in evidenza le sfumature compositive e materiche degli anni 30 e 40 e ricercando la leggerezza tipica dei ’60, ’70 e ’80.

Il modello non ha nessun elettrodomestico a vista, nessun elemento tecnologico che dia un riferimento temporale e per questo potrebbe sembrare un soggiorno, uno studiolo dove giocare a scacchi fumando il sigaro, oppure una stanza per collezionisti.

Le serrandine scorrevoli a fissaggio magnetico rendono il design elegante e contemporaneo allo stesso tempo.⁠⁠ La rigatura verticale della superficie cela gli stacchi tra le ante e si declina come “sistema boiserie”, enfatizzando il concetto di ‘continuum‘.⁠

⁠Ogni modulo Swing è intrinsecamente predisposto ad accogliere schienali a riporto o con soluzioni retroilluminate.

Con il top abbiamo un ritorno al granito, pietra dalle eccezionali caratteristiche meccaniche, ignifughe e impermeabili, perfetta se si desidera un effetto naturale ed elegante e allo stesso tempo si cerca durevolezza e resistenza.

Il sistema Swing è un design complesso, che mette in evidenza un topic fondamentale della filosofia di SCIC: non bastano macchinari per produrre una lavorazione così compless⁠a. Occorrono colla, morsetti, presse, carta vetrata, ma soprattutto capacità manuali uniche, tempo e dedizione. ⁠

⁠⁠E’ un pezzo che vuole dichiarare la propria natura di oggetto prezioso ed è proprio attraverso dettagli come questo che si esalta la vera anima del “Made in Italy”. ⁠

Dulcis in fundo, l’elemento sorpresa: ciò che sembra a prima vista, cambia invece aprendo o spostando un’anta, e facendoci scoprire che quello che si credeva un mobile è in realtà una cucina.

Il nuovo Sistema Swing è presente su AD Italia del mese di giugno con un editoriale dedicato.

 

**SWING SYSTEM designed by R&D SCIC | Ser-John & Co⁠⁠

Videography & photos by Nicola Abbruzzese

Assistant Director: Marco Vigiani

Set designer: Giovanna Baseggio

Assistant set designer: Fulvia Carmagnini

Special thanks to Larusmiani

error: Content is protected !!